millesimo

mil||ṣi|mo
agg.num.ord., s.m.
av. 1321 nell'accez. 3; dal lat. millēsĭmu(m), v. anche mille.


CO
1a. agg.num.ord., che in una serie, in una progressione occupa il posto corrispondente al numero mille (rappresentato da 1000° nella numerazione araba e da M in quella romana): il millesimo cliente ha vinto un premio; anche s.m.: il millesimo in una graduatoria
1b. agg.num.ord., con uso enfatico, ennesimo: è la millesima volta che te lo dico!
2. s.m., ognuna delle mille parti uguali in cui è divisibile un intero: un millesimo di secondo; anche agg.: la millesima parte | unità di misura del volume dei locali di un condominio, utilizzata per il conteggio delle spese individuali e comuni dei condòmini: proprietà corrispondente ai 35 millesimi del condominio
3. s.m., in una data, la cifra che indica il millennio
4. s.m. TS orefic. unità di misura dei metalli preziosi che esprime il rapporto della quantità di metallo puro rispetto al peso della lega: argento a 800 millesimi
5. s.m. TS milit. in artiglieria, unità di misura angolare per la graduazione dei dispositivi di punteria
6. s.m. OB LE millennio: dinanzi al battezzar più d’un millesimo (Dante)
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità