miosina

mi|o|ṣì|na
s.f.
1916; der. del gr. mûs, muós “muscolo” con 2-ina.

TS biochim.
proteina solubile contenuta nelle fibrille dei muscoli , agente della contrazione e del rilassamento muscolare , che , cessando le attività vitali del corpo , diventa insolubile ed è responsabile della rigidità cadaverica
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità