1mira

|ra
s.f.
ca. 1344; der. di mirare.


1a. CO il mirare, il dirigere un’arma contro un bersaglio calcolando la direzione necessaria per colpirlo; direzione, regolazione del tiro: avere una buona, un’infallibile mira; prendere, sbagliare la mira, alzare, abbassare la mira
1b. BU estens., il bersaglio verso cui si mira
2. CO fig., scopo, fine; intenzione, disegno: la sua unica mira è il guadagno, avere mire ambiziose, losche
3a. TS arm. nelle armi da fuoco portatili, parte del congegno di puntamento collocata sulla culatta della canna, costituita da una piastrina metallica recante un incavo detto tacca di mira che, insieme con il mirino, permette di determinare la linea di mira
3b. TS arm. nei fucili di precisione, spec. militari, congegno mobile che costituisce la parte integrante dell’alzo, che, opportunamente orientato, permette di mirare con precisione a bersagli posti a varia distanza
4. TS topogr. asta graduata usata per individuare i punti da collimare nei rilevamenti topografici
5. TS fotogr. schema grafico con segni convenzionali di densità determinata, che serve per misurare il potere risolvente degli obiettivi e delle emulsioni

Polirematiche

prendere di mira
loc.v.
CO
fare oggetto di critiche, battute pungenti o anche maltrattamenti, tormentare: sostiene che i professori lo hanno preso di mira
tacca di mira
loc.s.f.
TS arm.
nelle armi portatili e nelle artiglierie del passato, piccolo intaglio situato su una placchetta metallica posta all’estremità anteriore della canna dell’arma da fuoco per facilitarne, insieme con il mirino, il puntamento.
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità