misero

|ṣe|ro
agg.
av. 1294; lat. mĭsĕru(m), di orig. incerta.

AU
1. di qcn., afflitto da dolori, da sventure morali o materiali; infelice, sciagurato: un misero orfano; anche s.m.: consolare i miseri | in espressioni esclamative, per esprimere commiserazione: misero me!, ahimè, misero! | di condizione, situazione e sim., caratterizzata da infelicità, da sofferenza: un destino misero
2. di qcn., che si trova in precarie condizioni economiche, che vive nell’indigenza: una famiglia misera | di luogo, ambiente e sim., povero, squallido, desolato: viveva in un misero tugurio | di qcs., che è indice di miseria, di estrema indigenza: indossare miseri indumenti
3. esile, gracile, stentato: un misero alberello
4. esiguo, irrisorio, scarso: ricevere un misero compenso
5. estens., di scarso valore, di poco conto: dare un misero aiuto
6. spregevole, meschino: fare una misera figura
7. LE avaro, taccagno; anche s.m.: ammassar denari, come i miseri fanno (Boccaccio)
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità