1modale

mo||le
agg., s.f., s.m.
sec. XV; dal lat. mediev. modāle(m), v. anche modo.


1. agg. OB che è proprio di un determinato modo di agire, di comportarsi
2. s.f. TS ling., gramm. => proposizione modale
3. agg. TS ling. che esprime il modo in cui si compie l’azione verbale; che concerne il modo del verbo | s.m. => verbo modale
4. agg. TS log. di proposizione, che presenta una certa modalità
5. agg. TS filos. nella metafisica di Spinoza, che riguarda i modi in cui una sostanza, ad es. la sostanza divina, si può presentare
6. agg. TS mus. relativo ai modi della musica antica greca o a quella gregoriana
7. agg. TS dir. di disposizione a titolo gratuito, che prevede un onere a carico del beneficiato

Polirematiche

attrazione modale
loc.s.f.
TS ling.
spec. nelle lingue classiche, uso del congiuntivo invece dell’indicativo, in una proposizione dipendente da una subordinata al congiuntivo
avverbio modale
loc.s.m.
TS gramm.
=> avverbio qualificativo
logica modale
loc.s.f.
TS log.
l. che congloba nel calcolo connettivi che corrispondono intuitivamente alle modalità, come la necessità e la possibilità
musica modale
loc.s.f.
TS mus.
m. che non rientra nell’ambito del sistema tonale tradizionale, ad es. la musica dell’antica Grecia, il canto gregoriano e molte musiche extraoccidentali
proposizione modale
loc.s.f.
TS ling.
p. subordinata che indica il modo in cui avviene ciò che è espresso nella proposizione reggente, espressa spec. con il verbo al gerundio presente, all’infinito preceduto da senza, all’indicativo introdotto da come o dalle locuzioni nel modo che, secondo che e sim.
sillogismo modale
loc.s.m.
TS log.
s. in cui almeno una delle tre proposizioni ha carattere modale
verbo modale
loc.s.m.
TS gramm.
=> verbo servile
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità