2modulare

mo|du||re
v.tr.
av. 1492; dal lat. mŏdŭlāri, der. di modulus “misura, ritmo”.


1. TS mus. produrre un’emissione sonora regolando l’intensità e il timbro della voce
2. CO estens., pronunciare, declamare un discorso, un’orazione e sim., variando l’intensità e la cadenza della voce
3. CO costruire, organizzare secondo uno schema flessibile, suscettibile di modificazioni: modulare un programma, un progetto
4. TS arch., arred. non com., proporzionare secondo una misura data da un modulo
5. TS fis. regolare il valore di una grandezza fisica, produrne variazioni periodiche mediante azione esterna
6. TS farm. esercitare un’azione regolatrice sulle funzioni dell’organismo
7. TS inform., telecom. modificare volutamente le caratteristiche di un segnale, spec. per trasmettere informazioni
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità