molle

mòl|le
agg., s.m.
1282; lat. mŏlle(m).

AU
1. agg. , che cede al tatto o alla pressione, soffice, morbido: terra molle, cuscino, materasso molle
2. agg. , zuppo, intriso d’acqua: prato molle di pioggia
3. agg. , fig., fiacco, debole: carattere molle, condurre un’esistenza molle
4. agg. LE mite, dolce: sai… che ’l vero condito in molli versi | i più schivi allettando ha persuaso (Tasso)
5. agg. LE flessuoso, sinuoso: quella bellezza molle ad un tempo e maestosa, che brilla nel sangue lombardo (Manzoni) | CO di un movimento del corpo, sciolto, elastico: andatura molle | CO rilassato: molle abbandono
6. agg. TS fon. di suono consonantico, palatalizzato: consonanti molli; non com., s e z molli, sonore
7. agg. TS fis. di radiazione elettromagnetica o corpuscolare, di relativamente bassa energia
8. s.m. CO ciò che è morbido, soffice: dormire, sdraiarsi sul molle
9. s.m. CO terreno umido o bagnato: camminare sul molle

Polirematiche

attacco molle
loc.s.m.
TS fon.
=> attacco dolce
cera molle
loc.s.f.
TS arte
tecnica di incisione simile all’acquaforte
materasso a molle
loc.s.m.
CO
m. al quale l’elasticità e la morbidezza sono conferite da un certo numero di molle poste nell’imbottitura
palato molle
loc.s.m.
TS anat.
prolungamento posteriore del palato duro, formato da tessuti molli e mobili
pappa molle
loc.s.m. e f.inv.
var. => pappamolle
parti molli
loc.s.f.pl.
TS anat.
parti carnose o adipose del corpo umano
scienza molle
loc.s.f.
TS ling.
spec. al pl., quella che nelle sue trattazioni si affida all’uso linguistico corrente, evitando o limitando definizioni esplicite dei termini e postulati
ventre molle
loc.s.m.
CO
fig., di un organismo, di una struttura sociale, ecc., la parte più debole e indifesa.
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità