1montone

mon||ne
s.m.
2ª metà XIII sec; lat. mediev. multōne(m), di orig. gallica, con influsso di montare perché animale da monta; nell’accez. 5 cfr. fr. mouton “pecora”, per l’effige dell’agnello pasquale rappresentata sulla moneta.


1. CO il maschio adulto della pecora, ariete: lana di montone | solo sing., la carne di tale animale macellata o cucinata: montone in umido | la pelle dell’animale conciata e rasata | la pelliccia dell’animale o di altri ovini, usata per confezionare giacche, cappotti, guanti, ecc. | con meton., giubbotto, giaccone confezionato con tale pelliccia: indossare un montone
2. TS geol. roccia arrotondata dall’azione dei ghiacciai
3a. OB LE fig., persona sciocca; anche in funz. agg.: alla fine il frate montone diede la borsa e la cintura allo amico suo (Boccaccio)
3b. CO fig., scherz., uomo molto attivo sessualmente
4. TS st.milit. macchina da guerra simile all’ariete utilizzata fino all’inizio del XVI sec.
5. TS numism. moneta d’oro francese coniata nel XIII sec. da Luigi IX
6. OB spec. al pl., onde, flutti

Polirematiche

montone rovesciato
loc.s.m.
CO
pelliccia di montone utilizzata per la confezione di capi d’abbigliamento con il pelo nella parte interna.
salto del montone
loc.s.m.
CO
brusco movimento effettuato da un quadrupede, spec. cavallo, che, inarcando la schiena, cerca di sbalzare di sella il cavaliere
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità