morbidezza

mor|bi|déz|za
s.f.
av. 1320;


CO
1a. l’essere morbido, soffice; cedevolezza di un materiale, di un oggetto: la morbidezza di una stoffa, la morbidezza di un cuscino
1b. fig., dolcezza, docilità, malleabilità: morbidezza di carattere
2. nelle arti figurative, plasticità e armoniosità delle linee o dei colori di un dipinto, di una scultura, di un’incisione, ecc.
3. OB LE spec. al pl., mollezza, rilassatezza di costumi: ancora non erano le morbidezze d’Egitto, se non in piccola quantità, giunte in Toscana (Boccaccio)
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità