mortificare

mor|ti|fi||re
v.tr.
av. 1304 nell'accez. 2; dal lat. mortĭfĭcāre “far morire”, v. anche morte.

CO
1. reprimere lo stimolo dei sensi con penitenze corporali e spirituali, spec. come pratica ascetica: mortificare il corpo, la carne, gli istinti
2. offendere una persona nell’orgoglio o nell’amor proprio, suscitando in lei imbarazzo e vergogna: mortificare qcn. con un rimprovero, non devi mortificarlo in quel modo
3. rendere meno pregevole, svilire: mortificare una poesia con una pessima interpretazione
4. TS med. => necrotizzare
5. OB far morire un organismo, animale o vegetale | far venir meno la forza vitale
6. TS gastr. non com., far frollare
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità