mutilazione

mu|ti|la|zió|ne
s.f.
1673; dal lat. tardo mutilatiōne(m), v. anche mutilare.


CO
1. perdita di un arto o di un organo esterno, spec. in seguito a un trauma o a un intervento chirurgico: subì una mutilazione in seguito all’incidente | estens.: la statua ha subito gravi mutilazioni
2. fig., eliminazione, soppressione di parti ritenute essenziali: la legge ha subito delle mutilazioni per poter essere approvata

Polirematiche

mutilazione etnica
loc.s.f.
TS etnol.
asportazione o deformazione di alcune parti del corpo, spec. degli organi genitali, dei denti, delle mani e dei piedi, praticata da alcune popolazioni a scopo iniziatico, apotropaico e talvolta estetico
mutilazione fraudolenta
loc.s.f.
TS dir.civ.
reato consistente nel procurarsi una lesione per ricavarne un vantaggio, come ad es. ottenere il risarcimento da un’assicurazione o l’esonero dal servizio militare
mutilazione volontaria
loc.s.f.
TS dir.civ.
=> mutilazione fraudolenta.
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità