nastro

|stro
s.m.
av. 1321; dal got. nastilō “cinghia”.

FO
1. AD tessuto stretto e lungo, liscio od operato, spec. di seta, raso, velluto e sim., usato per legature o come ornamento di abiti, acconciature, calzature, ecc.
2a. TS sport => nastro di partenza
2b. TS sport nel tennis, bordo superiore della rete
2c. TS sport nella ginnastica ritmica, attrezzo costituito da una lunga fettuccia fissata a un bastoncino
3. CO decorazione distintiva di un ordine cavalleresco o di una particolare onorificenza: avere, ottenere il nastro della Legion d’onore
4. CO nelle macchine da scrivere, nei registratori di cassa e sim., fettuccia di seta, cotone o laminato plastico impregnato d’inchiostro, su cui si battono i caratteri perché risultino sul foglio
5. TS legat. fettuccia di tessuto che talvolta sostituisce lo spago nella cucitura di un libro, conferendo al dorso maggiore flessibilità
6. TS tipogr. nelle macchine in piano, fettuccia di tela che accompagna il foglio impresso verso la tavola che riceve i fogli stampati
7. TS arch. => tenia
8. CO al pl., pasta da minestra a forma di strisce di varia dimensione
9. CO colloq., audiocassetta
10. BU fig., superficie di forma stretta e allungata: la valle era solcata dal nastro del fiume

Polirematiche

a nastro
loc.agg.
TS tecn.
di parte di macchinario, che ha forma di striscia continua
al nastro di partenza
loc.avv.
TS
loc.agg.inv. TS sport alla linea di partenza: i concorrenti sono al nastro di partenza; anche fig.: un progetto al nastro di partenza
elevatore a nastro
loc.s.m.
TS mecc.
e. che utilizza un piano inclinato mobile
microfono a nastro
loc.s.m.
TS tecn.
m. in cui le vibrazioni di un diaframma si comunicano a un nastro meccanico pieghettato inserito tra i poli di un magnete permamente
nastro adesivo
loc.s.m.
CO
striscia di vario materiale che presenta uno dei lati o ambedue cosparsi di sostanza adesiva e che viene usata spec. per chiudere pacchi o buste o negli imballaggi
nastro di Möbius
loc.s.m.
TS mat.
superficie topologica a una sola faccia, che si ottiene congiungendo ad anello una striscia di carta o sim. dopo aver impresso un mezzo giro a un estremo
nastro di partenza
loc.s.m.
TS sport
1. nelle corse al trotto, lungo elastico che si solleva per dare il via
2. nelle corse podistiche, ciclistiche e sim., sottile striscia di seta che costituisce la linea di partenza e che viene tagliata al via dal direttore di corsa o da un inviato ufficiale
nastro elastico
loc.s.m.
TS sart.
fettuccia di tessuto elastico che si usa per bretelle, cinture, giarrettiere e sim.
nastro isolante
loc.s.m.
CO
striscia di tessuto gommato o di materia plastica che serve a ricoprire e isolare conduttori elettrici
nastro magnetico
loc.s.m.
CO
n. di materiale plastico impregnato di sostanza ferromagnetica, che serve a registrare suoni, immagini o dati per l’elaborazione elettronica
nastro perforato
loc.s.m.
TS inform.
striscia, spec. di carta, sulla quale sono praticati fori codificanti un’informazione, usata come supporto per l’introduzione di dati in un elaboratore
nastro trasportatore
loc.s.m.
TS industr.
nelle fabbriche, piano scorrevole che porta davanti all’operaio l’oggetto su cui deve lavorare.
registratore a nastro magnetico
loc.s.m.
TS elettron.
apparecchio elettronico che registra su nastro magnetico un dato sonoro o visivo
sega a nastro
loc.s.f.
TS tecn.
s. con una lama costituita da un nastro metallico dentato chiuso ad anello e teso fra due pulegge
segatrice a nastro
loc.s.f.
TS tecn.
=> sega a nastro
tagliare il nastro
loc.v.
CO
inaugurare
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità