neanche

ne|àn|che
avv.
1686; comp. di né e anche.


FO
1. assolutamente non, in nessun caso, usato in correlazione con un’altra negazione: se non vieni, non vado neanche io, non mi ha scritto e neanche telefonato | ass., per aggiungere una negazione a un’altra già espressa: «Ti piace il tennis?» «No» «E il calcio?» «N.»
2. come rafforzativo di una frase negativa: non ho neanche una lira, non oso neanche chiederglielo
3. per indicare l’esclusione di ogni possibilità: neanche un cretino si fiderebbe di lui
4. con valore congiunzionale, colloq., neanche se: si è arrabbiata neanche l’avessi insultata

Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità