negozio

ne||zio
s.m.
av. 1321; dal lat. negōtĭu(m), comp. di nec “non” e otium “inattività”.


FO
1. operazione commerciale, affare: fare, avviare, condurre, concludere un negozio, cattivo negozio, buon negozio
2. locale, spec. a pianterreno e raggiungibile direttamente dalla strada, adibito all’esposizione e alla vendita di merci al minuto: negozio di alimentari, di articoli per caccia e pesca; l’attività commerciale che ha sede in tale locale: aprire, rilevare, avviare, gestire, chiudere un negozio
3. RE tosc., scherz., cosa, oggetto non specificato, affare, roba: che negozio è questo?
4. LE attività, occupazione: Progne riede | con la sorella al suo dolce negozio (Petrarca)
5. OB LE mansione, incarico, incombenza: ad un altro suo diede negozio | d’affrettar Rodomonte e Mandricardo (Ariosto)

Polirematiche

negozio bilaterale
loc.s.m.
TS dir.
n. giuridico che nasce dall’incontro delle volontà di due soggetti
negozio giuridico
loc.s.m.
TS dir.
atto giuridico che consiste in una manifestazione di volontà diretta a raggiungere un fine considerato lecito e idonea a costituire, modificare o estinguere un rapporto giuridico
negozio necessitato
loc.s.m.
TS dir.
n. giuridico concluso in stato di pericolo, che può essere rescisso dalla parte che si è obbligata dietro equo compenso all’altra parte
negozio unilaterale
loc.s.m.
TS dir.
n. giuridico che nasce dalla volontà di un unico soggetto, come ad es. il testamento.
perfezione del negozio giuridico
loc.s.f.
TS dir.
lo stadio finale del negozio giuridico, che ricorre quando si siano concretizzati tutti gli elementi e le condizioni che la legge prevede per l’esistenza giuridica del medesimo.
simulazione del negozio giuridico
loc.s.f.
TS dir.civ.
accordo tra le parti che simulano la conclusione di un negozio diverso da quello effettivamente voluto
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità