neoteroi

ne|ò|te|roi
s.m.pl.
1936; dal gr. neṒteroi pl., propr. compar. di néos “nuovo”, cfr. loc. lat. poetae novi “i nuovi poeti”.


TS lett.
1. nella letteratura latina, denominazione che Cicerone per primo diede a un gruppo di poeti suoi contemporanei, fra cui Catullo, che imitavano i poeti alessandrini del III sec. a.C.
2. non com., estens., qualsiasi nuova corrente letteraria che contribuisca a innovare il linguaggio e i modi della poesia
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità