nichel

|chel
s.m.inv.
1795; dallo sved. nickel, tratto dal ted. Kupfernickel, comp. di Kupfer “rame” e Nickel, dim. del n.p.m. lat. Nicolaus, soprannome di uno spiritello.

TS chim.
elemento chimico appartenente ai metalli di transizione , con numero atomico 28 , bivalente e trivalente , che allo stato puro si presenta come metallo di colore argenteo , duttile e malleabile , esistente come composto in diversi minerali e nel ferro meteoritico , usato per acciai speciali , per leghe magnetiche e come catalizzatore (simb. Ni)
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità