noia

|ia
s.f.
sec. XII; dal provenz. enoja, der. di enojar.


AU 
1. sentimento di insoddisfazione, inquietudine o fastidio determinato dal ripetersi monotono delle stesse azioni, dalla mancanza di distrazioni o di stimoli, da uno stato di ozio o di tristezza: noia mortale, combattere la noia, morire di noia | avere, prendere a noia, considerare fastidioso; venire a noia, stancare, divenire insopportabile
2a. fastidio, seccatura: avere noie con la giustizia, non volere noie | di macchine e motori, guasto, difetto: accusare noie meccaniche
2b. persona o cosa che procura molestia, fastidio: quel professore è una noia terribile, questa festa è proprio una noia!
3a. BU lett., senso doloroso della vanità della vita umana, tedio esistenziale
3b. TS filos. nell’esistenzialismo, indifferenza per la totalità delle cose, sensazione della gratuità dell’esistenza umana
4. LE pena, dolore, affanno: perché ritorni a tanta noia? (Dante), amaro e noia | la vita, altro mai nulla (Leopardi)
5. TS lett. nella poesia provenzale medievale, composizione che descrive cose fastidiose, con fini moralistici o anche scherzosi


Polirematiche

ammazzare la noia
loc.v.
CO
dedicarsi a un’occupazione qualsiasi pur di non annoiarsi.
dare noia
loc.v.
CO
dare fastidio, disturbare: il fumo mi dà noia | importunare con avances non gradite: sono scesa dall’autobus perché un signore mi dava noia
ingannare la noia
loc.v.
CO
ammazzare la noia.
venire a noia
loc.v.
CO
stancare
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità