nota

|ta
s.f.
sec. XIII; lat. nŏta(m), di orig. incerta.

FO
1a. segno particolare per ricordare o contraddistinguere qcs.: spuntare dei nominativi con una nota, apporre una nota in margine
1b. breve annotazione scritta, testo sintetico: ho tracciato il profilo dell’autore in note
2. annotazione apposta a un testo per chiarire un passo o esprimere un parere (abbr. n.): aggiungere una nota storica, integrare un testo con note
3a. articolo giornalistico che esprime una presa di posizione nei confronti di un argomento: nota di attualità, nota di politica
3b. comunicazione spec. ufficiale con cui si esprime un parere o si espongono i dati obiettivi di un problema, di una questione: informare il direttore con una nota completa sullo stato dei lavori
4a. lista di importi da riscuotere o da pagare: pagare la nota di un albergo
4b. elenco, lista: compilare la nota degli invitati, fare la nota della spesa
5a. segno convenzionale che indica graficamente un suono musicale: leggere le note di uno spartito, le sette note della scala musicale
5b. suono musicale prodotto da uno strumento o dalla voce: dalla sala provenivano le note di un valzer
6a. fig., aspetto, avvenimento che introduce un elemento discordante con l’ambiente: il suo arrivo conferì una nota di follia alla festa, quelle tende davano una nota d’allegria
6b. finissima capacità interiore di sentire: trovare la nota giusta | argomento a cui si è particolarmente sensibili: toccare sempre le stesse note
7. osservazione critica su qcn. o qcs.: ricevere una nota di biasimo, esprimere note positive sui risultati ottenuti
8. CO colloq., boccata di fumo di sigaretta
9. TS comm. => fattura
10. TS log. elemento che costituisce un giudizio o un concetto

Polirematiche

a chiare note
loc.avv.
CO
a chiare lettere
degno di nota
loc.agg.
CO
che merita di essere notato, importante, notevole.
dolenti note
loc.s.f.pl.
CO
fatti, eventi, circostanze spiacevoli (da una lettura popolare di Dante: ora incomincian le dolenti note | a farmisi sentire).
nota a sentenza
loc.s.f.
TS dir.
articolo stampato in calce al testo di una sentenza per illustrarne e commentarne il contenuto
nota bibliografica
loc.s.f.
TS bibliotec.
=> scheda bibliografica
nota caratteristica
loc.s.f.
TS burocr.
n. con cui si traccia il profilo professionale e comportamentale di un impiegato
nota del redattore
loc.s.f.
CO
n. in uso spec. nel giornalismo, apposta da chi riporta un testo altrui, al fondo dell’articolo o tra parentesi (abbr. N.d.R.)
nota del traduttore
loc.s.f.
CO
n. apposta dal traduttore di un’opera per chiarire un passo, un’espressione particolari che non possono essere resi dalla traduzione con assoluta efficacia e chiarezza (abbr. N.d.T.)
nota della redazione
loc.s.f.
CO
nota del redattore (abbr. N.d.R.)
nota dell’autore
loc.s.f.
CO
n. apposta dall’autore di un testo per fornire maggiori informazioni o chiarimenti (abbr. N.d.A.)
nota dell’editore
loc.s.f.
CO
n. apposta dall’editore per introdurre o chiarire ciò che riguarda l’edizione di un testo (abbr. N.d.E.)
nota di protesta
loc.s.f.
TS dir.intern.
dichiarazione con cui uno stato afferma l’illegittimità della condotta di un altro stato
nota diplomatica
loc.s.f.
TS dir.intern.
comunicazione scritta fra organi diplomatici
nota fondamentale
loc.s.f.
TS mus.
=> 1tonica
nota spese
loc.s.f.
CO
elenco delle spese sostenute da un dipendente, rimborsate dall’azienda in base alle ricevute che le attestano
nota stonata
loc.s.f.
1. TS mus. n. eseguita fuori tono
2. CO fig., comportamento, gesto o discorso inopportuno: quella battuta era una nota stonata che ha messo a disagio tutti
nota a margine
loc.s.f.
CO
osservazione, nota scritta ai margini di una pagina  
note della Chiesa
loc.s.f.pl.
TS eccl.
l’insieme degli elementi che, secondo la dottrina cattolica, caratterizzerebbero la vera Chiesa, e cioè santità, unità, cattolicità, apostolicità.
prendere nota
loc.v.
CO
annotare | estens., tenere conto di qcs.
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità