noumeno

no|ù|me|no
s.m.
1845; dal gr. nooū́menon propr. “ciò che è pensato”, p.pres. passivo di noêō “io penso”.


TS filos.
1. in Platone, l’idea, l’oggetto intelligibile del pensiero, indipendente dall’esperienza sensibile
2. in Kant, la cosa in sé, oggetto della conoscenza intellettuale pura, del tutto inconoscibile attraverso l’esperienza
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità