novizio

no||zio
agg., s.m.
av. 1342; dal lat. novīcĭu(m) “novello, recente”, v. anche nuovo.


1. s.m. CO TS relig. uomo, ragazzo che si prepara a entrare in un ordine religioso e compie il periodo di noviziato: la formazione dei novizi
2. s.m. CO estens., chi si è avviato da poco nell’esercizio di una professione o di una attività e manca quindi di esperienza nel settore: un avvocato novizio
3. s.m. CO boy-scout di età superiore ai sedici anni
4. agg. BU di qcn., che esercita da poco tempo una professione, un’arte, un mestiere
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità