nunzio

nùn|zio
s.m.
ca. 1304; dal lat. nūntĭu(m), connesso con * nuĕre “far cenno col capo”.


LE
1a. chi annuncia, chi rende noto; chi è incaricato di portare una notizia, un messaggio: signor, nunzio son io | di non credute e non credibil cose (Tasso) | nunzio celeste, per anton., l’arcangelo Gabriele
1b. indizio, segnale: nunzio di primavera (Carducci) | notizia: così percossa, attonita | la terra al nunzio sta (Manzoni)
2. TS st.teatr. nella tragedia greca, messaggero che narrava gli avvenimenti accaduti fuori scena
3. TS dir. soggetto incaricato di portare a conoscenza della controparte la propria volontà, diretta alla conclusione di un negozio giuridico o allo sviluppo di un qualsiasi effetto giuridico lecito
4a. TS stor. esattore delle decime e dei tributi spettanti alla Chiesa
4b. TS eccl. => nunzio apostolico

Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità