nuovo

nuò|vo
agg., s.m.
1211; lat. nŏvu(m).


FO
I. agg.
I 1a. fatto, costruito di recente: un nuovo quartiere, una nuova strada; che si è verificato recentemente: fatto nuovo | sorto, nato da poco: un nuovo partito, una nuova rivista
I 1b. comprato, acquistato da poco: un paio di scarpe nuove
I 1c. con valore enfatico: poco usato, in ottime condizioni: non metti più quella maglia? ma se è nuova!
I 1d. di prodotto agricolo, che fa parte dell’ultimo raccolto, della produzione più recente: patate nuove
I 1e. appena nato: questo è il tuo nuovo fratellino
I 1f. che sta per cominciare, appena iniziato: anno nuovo
I 1g. prossimo, imminente: faremo il trasloco con l’anno nuovo
I 1h. di giornale, periodico, ecc., appena uscito: hai comprato il nuovo numero di Topolino?
I 1i. altro, ulteriore: sono necessari dei nuovi finanziamenti
I 2a. diverso, rinnovato rispetto al passato, spec. con allusione a un cambiamento positivo: farsi una nuova vita
I 2b. rifatto, modificato: il nuovo arredamento di un locale
I 2c. che subentra a qcn. in una data funzione: questo è il vostro nuovo insegnante
I 2d. che si trova da poco tempo in una determinata condizione: le nuove reclute, i nuovi poveri | privo di esperienza, poco pratico: scusate ma sono nuovo in questo ufficio
I 3. che presenta o è giudicato presentare le doti e le caratteristiche di una persona famosa vissuta precedentemente: quella cantante è da tutti considerata la nuova Callas
I 4a. che non si conosce, che si vede o si sente per la prima volta: fare nuove esperienze, un viso nuovo
I 4b. appena inventato, che costituisce un’innovazione in un determinato campo: un nuovo metodo di lavorazione
II. s.m.
II 1. solo sing., ciò che rappresenta una novità: i conservatori sono nemici del nuovo; che c’è di nuovo?, che novità ci sono?
II 2. solo sing., l’insieme dei prodotti commerciali messi in vendita appena usciti dalla fabbrica, non usato: il mercato del nuovo e dell’usato

Polirematiche

cervello nuovo
loc.s.m.
TS anat.
→ neoencefalo
come nuovo
loc.agg.inv.
CO
di qcs. già usato, in ottime condizioni: i miei sci sono come nuovi, ti vendo l’auto come nuova
continente nuovissimo
loc.s.m.
CO
l’Australia
convolare a nuove nozze
loc.v.
CO
risposarsi
di nuovo
loc.avv.
CO
nuovamente, ancora: ma sei di nuovo qui?
di nuovo conio
loc.agg.inv.
CO
1. di moneta da collezione, che non è mai stata usata
2. fig., di parola, notizia, informazione e sim., nuovissimo, mai sentito prima
dolce stil novo
loc.s.m.
TS lett.
=> stilnovo
fino a nuovo ordine
loc.avv.
CO
spec. nel linguaggio burocratico, fino a quando non saranno date altre direttive
giungere nuovo
loc.v.
CO
di fatto o evento, essere, risultare inaspettato, inatteso: questa notizia mi giunge nuova.
legge nuova
loc.s.f.
TS relig.
il complesso dei principi e delle regole di condotta enunciati nel Nuovo Testamento
luna nuova
loc.s.f.
CO
prima fase lunare, in cui la sua faccia appare oscura o non si vede affatto | periodo del mese corrispondente alla lunazione del mese in corso
nuova frontiera
loc.s.f.
CO
spec. al pl., nuovo traguardo a cui aspirare, nuovo obiettivo a cui tendere, con riferimento a un’espressione usata da J.F. Kennedy in un discorso di accettazione alla candidatura presidenziale tenuto nel 1960: le nuove frontiere della scienza
nuovissimo mondo
loc.s.m.
CO
continente nuovissimo
nuovo continente
loc.s.m.
CO
l’America
nuovo corso
loc.s.m.
CO
indirizzo innovativo, spec. di un partito, di un governo e sim.
nuovo di zecca
loc.agg.
CO
1. di moneta, appena coniata
2. fig., di qcs., appena acquistato o non ancora usato | di idea, notizia e sim., mai udita prima
nuovo fiammante
loc.agg.
CO
nuovo di zecca
nuovo mondo
loc.s.m.
CO
nuovo continente
nuovo patto
loc.s.m.
TS relig.
alleanza instaurata tra Dio e gli uomini in virtù del sacrificio del figlio di Dio fatto uomo
nuovo ricco
loc.s.m.
CO
arricchito, parvenu
nuovo testamento
loc.s.m.
TS bibl.
spec. con iniz. maiusc., insieme dei testi biblici relativi alla vita di Cristo e ai suoi insegnamenti (abbr. N.T.)
per nuovo
loc.avv.
CO
al prezzo d’acquisto: se mi perdi il pallone me lo paghi per n.
rimettere a nuovo
loc.v.
CO
rinnovare completamente: rimettere a nuovo un abito, un appartemento rimesso a nuovo
risorgere a nuova vita
loc.v.
CO
passare da uno stato negativo a uno stato di prosperità materiale o spirituale
uomo nuovo
loc.s.m.
1. TS stor. in Roma antica, chi si presentava per la prima volta alle cariche politiche senza essere nobile di famiglia
2. CO persona non compromessa politicamente o che si presenta con idee e programmi nuovi
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità