ode

ò|de
av. 1375; dal lat. tardo ōde(m), dal gr. ōidé propr. “1canto”.


CO TS lett. componimento lirico, di metro o schema strofico alquanto vario e di contenuto etico-civile, encomiastico o amoroso che, proprio della poesia greca e diffuso in quella latina, fu ripreso nel Rinascimento francese e italiano, spec. secondo il modello pindarico, e godette di vasta fortuna fino alla fine del sec. XIX: le odi oraziane, le odi barbare del Carducci

Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.