odio

ò|dio
s.m.
1219; dal lat. ŏdĭu(m), der. di odĭsse "odiare".


 AU 
1a. sentimento di forte ostilità e avversità nei confronti di qcn. di cui si desidera il male: nutrire, provare odio, un odio feroce, è accecato dall’odio
1b. senso di vivissima ripugnanza, di profonda contrarietà e di totale intolleranza nei confronti di qcs.: ho in odio ogni genere di falsità
2. con valore attenuato, forte antipatia e insofferenza per qcn. o qcs.: ha un odio particolare per i festeggiamenti
3. LE condanna morale del male: d’ogne malizia, ch’odio in cielo acquista | ingiuria è ’l fine (Dante)


Polirematiche

odio del popolo
loc.s.m.
TS dir.can.
avversione, disprezzo dei fedeli nei confronti della loro guida spirituale
odio di classe
loc.s.m.
CO
sentimento di avversione fra gli appartenenti alle diverse classi sociali, tipico spec. dei meno abbienti nei confronti delle classi più alte.
venire in odio
loc.v.
CO
diventare odioso, antipatico: col suo comportamento è venuto in odio a tutti
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.