ognora

o|gnó|ra
avv.
av. 1250; dalla loc. ogni ora.


LE
1. sempre, continuamente, in ogni momento: Roma ogniora | con gli occhi di dolor bagnati e molli | ti chier mercé da tutti i sette colli (Petrarca) | anche preceduto dalla prep. a: un bel rio ch’ad ognor meco piange (Petrarca)
2. per indicare un’evoluzione, un accrescimento regolare, sempre più: e via di villa in villa con fremito ogn’ora crescente (Carducci)

Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.