omaggio

o|màg|gio
s.m.
sec. XIII; dal fr. hommage, der. di homme propr. “uomo” e poi “vassallo”.


AU
1. manifestazione di ossequio, di riverenza, di rispetto, di stima, ecc.: rendere, tributare omaggio a qcn., a qcs.
2. al pl., spec. in formule di cortesia, come forma di saluto rispettoso: le porgo i miei più sentiti omaggi, omaggi alla sua signora; anche inter.: omaggi!
3. dono, regalo: fare, ricevere un gradito omaggio | estens., prodotto commerciale offerto in regalo a scopo promozionale: ogni tre confezioni c’è un omaggio; anche in funz. agg.inv.: confezione omaggio, copia omaggio
4. TS stor. nel Medioevo, atto con cui si costituiva il rapporto di vassallaggio, consistente in una genuflessione del futuro vassallo di fronte al signore, durante la cerimonia dell’investitura

Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.