onorevole

o|no||vo|le
agg., s.m. e f.
av. 1313; nell’accez. 2 cfr. fr. honorable.


CO
1. agg., degno d’onore: una persona onorevole
2. agg., s.m. e f., in Italia, che, chi è membro del parlamento, spec. in qualità di deputato (abbr. on.): l’onorevole collega della sinistra
3. agg., che costituisce motivo di vanto, onore e stima: una professione onorevole, un’esistenza onorevole
4. agg., che salvaguarda il prestigio, che non lede, che non pregiudica l’onore: una pace onorevole, un accordo onorevole
5. agg. OB LE di grado sociale elevato: con molti onorevoli compagni magnificamente cenarono (Boccaccio)

Polirematiche

menzione onorevole
loc.s.f.
CO
attestato di merito che, in un concorso, in una competizione e sim., viene rilasciato a chi è giudicato degno di lode, pur non avendo conseguito il premio posto in palio.
onorevole ammenda
loc.s.f.
TS stor.
nel Medioevo, pubblica confessione di un assassino | BU estens., oggi, pubblica ritrattazione; riparazione di un danno od offesa.
pezza onorevole
loc.s.f.
TS arald.
figura geometrica semplice che costituisce uno degli elementi araldici più antichi.
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.