orecchia

o|réc|chia
s.f.
1268; lat. orĭcŭla(m), var. di auricula, dim. di auris “orecchia”.


CO
1. orecchio: avere le orecchie che ronzano
2. estens., piega formatasi per trascuratezza all’angolo di una pagina o fatta per segnalibro: non togliermi l’orecchia altrimenti perdo il segno
3. TS bot.com. nome comune di diverse specie di funghi della famiglia delle Pezizacee
4. TS arch. in un edificio, elemento decorativo che sporge lateralmente a una facciata o è costituito dall’allargamento e dalla ripiegatura degli angoli superiori della cornice di una porta o di una finestra
5. TS mar. ciascuna delle due alette triangolari con cui termina ogni marra dell’ancora
6. BU estens., ciascuna delle due sporgenze poste ai lati di un recipiente, spec. un secchio o un mastello | parte prominente e tondeggiante di qcs.

Polirematiche

abbassare le orecchie
loc.v.
CO
abbassare la coda.
aguzzare le orecchie
loc.v.
CO
ascoltare con attenzione, disporsi ad ascoltare attentamente
aprire le orecchie
loc.v.
CO
ascoltare con attenzione
avere le orecchie foderate
loc.v.
CO
fam., non voler sentire
avere le orecchie foderate di prosciutto
loc.v.
CO
avere le orecchie foderate
avere le orecchie lunghe
loc.v.
1. CO essere sempre pronto ad afferrare ciò che altri dicono, non lasciarsi sfuggire nulla
2. BU essere ignorante, asino
con le orecchie basse
loc.avv.
CO
con atteggiamento mortificato: starsene, andarsene con le orecchie basse
drizzare le orecchie
loc.v.
CO
prestare attenzione, ascoltare attentamente
fare orecchie da mercante
loc.v.
CO
fingere di non sentire, di non aver capito: quando gli ho chiesto un aumento ha fatto orecchie da mercante
fischiare le orecchie
loc.v.
CO
scherz., a qcn. fischiano le orecchie: qcn. ha la sensazione, il sospetto che altri stiano parlando o sparlando di lui.
orecchie a sventola
loc.s.f.pl.
CO
colloq., quelle molto sporgenti
orecchie d’asino
loc.s.f.pl.
CO
berretto o fascia con lunghe orecchie diritte, un tempo fatto portare nelle scuole come punizione agli scolari particolarmente ignoranti: portare, mettere le orecchie d’asino.
primula orecchia d’orso
loc.s.f.
TS bot.com.
pianta del genere Primula (Primula auricula) con foglie carnose, che cresce sulle Alpi
spaccare le orecchie
loc.v.
CO
spaccare i timpani
stappare le orecchie
loc.v.
CO
sturare le orecchie.
stapparsi le orecchie
loc.v.
CO
sturarsi le orecchie.
sturare le orecchie
loc.v.
CO
fam., ripulire le orecchie dal cerume depositatosi nel condotto uditivo o liberarle dalla fastidiosa sensazione di occlusione provocata dalla pressione: per sturare le orecchie prova a deglutire | fig., fare intendere bene qcs. a qcn. parlandogli apertamente.
sturarsi le orecchie
loc.v.
CO
spec. come invito ad ascoltare con attenzione: bada di sturarti le orecchie perché non lo ripeto una seconda volta!.
tapparsi le orecchie
loc.v.
CO
non ascoltare, spec. per non sentire cose sgradevoli o spiacevoli.
tirare le orecchie
loc.v.
CO
tirare gli orecchi
tirata d’orecchie
loc.s.f.
CO
rimprovero.
turarsi le orecchie
loc.v.
CO
tapparsi le orecchie.
usare le orecchie
loc.v.
CO
ascoltare bene, con attenzione
uscire dalle orecchie
loc.v.
CO
essere stato ascoltato fino alla noia: le sue lamentele mi escono dalle orecchie
venire alle orecchie
loc.v.
CO
venire a conoscenza spec. per sentito dire: m'è venuto alle orecchie che ti sposi
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.