paonazzo

pa|o|nàz|zo
agg., s.m.
av. 1363 nell'accez. 2; lat. pavonacĕu(m) “simile alla coda del pavone”, der. di pavo, -onis “pavone”.


CO
1a. agg., di colore rosso violaceo | estens., che ha un colorito acceso tendente al rosso porpora, per un difetto di circolazione, per il freddo o, anche, per la collera o la vergogna: diventare paonazzo in viso, avere le mani paonazze per il freddo
1b. s.m., tale colore: rosso tendente al paonazzo
2. s.m. BU stoffa o vestito di tale colore
3. s.m. TS petr. marmo più o meno brecciato, a grossi elementi e di colore rossiccio o violaceo, che si estrae spec. in Emilia

Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità