pappagallo

pap|pa|gàl|lo
s.m.
2ª metà XIII sec; dal gr. biz. papagâs, dall’ar. babaġā, con influsso di 1gallo.


1. AD uccello tropicale, con becco adunco, penne vivacemente colorate, caratterizzato dall’imitare particolarmente bene la voce umana | TS ornit.com. nome comune di varie specie di uccelli della famiglia degli Psittacidi
2. AD fig., persona che ripete in modo meccanico atti, parole o scritti altrui: fare il pappagallo
3. AD uomo che molesta le donne per la strada
4. AD recipiente di cui si servono, spec. in ospedale, i malati maschi per orinare stando a letto
5. CO colloq., tipo di chiave inglese la cui ganascia inferiore è regolabile con una vite
6. TS telecom. ripetitore a nastro magnetofonico, utilizzato per informare gli abbonati al telefono di cambiamenti di numero, dell’ora esatta e sim.
7. TS itt.com. nome comunemente dato ad alcuni pesci dei generi Labrus e Crenilabrus

Polirematiche

a pappagallo
loc.avv.
CO
in modo meccanico, senza riflettere su quello che si sta dicendo: imparare, ripetere a pappagallo
fare il pappagallo
loc.v.
CO
spappagallare
pesce pappagallo
loc.s.m.
TS itt.com.
denominazione comune dei pesci della famiglia degli Scaridi, spec. dello Scarus cretensis, così chiamati perché le ossa della bocca formano una sorta di becco
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità