parrocchia

par|ròc|chia
s.f.
1297; lat. parŏchĭa(m), var. di paraecia, dal gr. paroikía, propr. “vicinato”, der. di paroikéō “abito accanto”.

CO
1a. CO TS eccl. la più piccola circoscrizione territoriale di una diocesi, affidata a un parroco: una parrocchia estesa, vasta; una parrocchia povera, ricca
1b. CO la chiesa in cui il parroco esercita le sue funzioni; la sede dell’ufficio parrocchiale o l’edificio, gener. annesso alla chiesa, in cui si svolgono alcune attività parrocchiali: andare a messa in parrocchia, sposarsi nella propria parrocchia, questa sera in parrocchia c’è un bel film
1c. CO estens., l’insieme dei parrocchiani: un incontro fra le parrocchie cittadine
2. CO fig., insieme di persone legate da interessi comuni; spec. spreg.: conventicola: fare gli interessi della propria parrocchia; una parrocchia di critici d’arte
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.