particolarismo

par|ti|co|la||ṣmo
s.m.
1847; cfr. fr. particularisme.


1. CO atteggiamento di chi per curare i propri interessi personali danneggia consciamente o inconsciamente la comunità di cui fa parte o ne disgrega l’unità: il particolarismo di certi uomini politici | TS polit. tendenza autonomista o indipendentista di una regione o di un gruppo etnico o religioso dal potere politico centrale
2. CO eccessivo interesse mostrato per una singola nazione, regione, città, e per ciò che la riguarda | con riferimento a fenomeni artistici e letterari, attenzione esclusiva rivolta ai caratteri peculiari della vita e del costume di una determinata regione, regionalismo: il particolarismo toscano di Pratolini
3. CO parzialità tenuta nei confronti di singole persone o gruppi: giudice alieno da particolarismi
4. TS psic. disturbo del pensiero che si manifesta attraverso la prolissità e l’eccessivo sviluppo conferito a temi di secondaria importanza, ma senza che la struttura generale dell’ideazione risulti alterata
5. TS filos. concezione epistemologica per cui le conoscenze dedotte dall’esperienza sono valide soltanto in alcune circostanze e non hanno valore universale
6. TS arte nelle arti figurative, cura costante e scrupolosa dei dettagli
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.