passatello

pas|sa|tèl|lo
agg., s.m.
1889;


CO
1. s.m., spec. al pl., tipo di pasta fresca, che si mangia cotta in brodo, tipica dell’Italia centrale, a forma di cilindri, ottenuta facendo passare un impasto di pane grattato o semolino, uova e latte, attraverso i fori di un setaccio
2. agg., di qcn., che non è più giovane: moglie passatella | di qcn. o qcs., che è piuttosto sciupato
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.