passatore

pas|sa||re
s.m.
1495; cfr. lat. mediev. passator, -oris.


1. LE chi, in passato, trasportava in barca passeggeri da una sponda a un’altra di un fiume: il passatore non voleva dispiccarsi dall’altra riva (Tasso); il P., il Passator cortese: per anton., Stefano Pelloni, bandito romagnolo (1824-51): sempre mi torna al cuore il mio paese … cui tenne pure il Passator cortese (Pascoli)
2. BU chi compie attività di intermediazione per facilitare i movimenti clandestini dei lavoratori emigranti, spec. attraverso i valichi di montagna
3. TS industr. nell’industria delle confezioni, operaio addetto al controllo dei capi confezionati, per appurarne le anomalie e se possibile aggiustarli
4. TS st.milit. => passatoio
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.