pastello

pa|stèl|lo
s.m., agg.inv.
av. 1571; lat. tardo pastĕllu(m), v. anche pasta.


1a. s.m. CO bastoncino costituito da sostanze coloranti ridotte in pasta, usato per disegnare e colorare: una scatola di pastelli, pastelli a cera, a olio; matita a pastello, tale impasto rivestito di legno e foggiato a matita
1b. s.m. CO TS pitt. tecnica pittorica che consiste nello sfregare tali colori su carta e talora nello spalmarli con un polpastrello, in modo da ottenere le caratteristiche tonalità sfumate: disegnare, colorare a pastello, un quadro a pastello | opera eseguita con tale tecnica: un prezioso pastello dell’Ottocento
2. agg.inv. CO estens., di tonalità, di colore tenue e delicato: rosa pastello, tinta pastello
3. s.m. OB massa rassodata di varie sostanze (vegetali, animali o minerali) tritate, impastate e fatte rassodare
4. s.m. BU grumo di pasta non ben lievitato e troppo secco, che non si incorpora con il resto dell’impasto
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.