piangere

piàn|ge|re
v.intr. e tr., s.m.
av. 1250; lat. plangĕre propr. “battersi il petto”.

FO
I. v.intr. (avere)
1a. versare lacrime per dolore, commozione, emozione o sofferenza fisica: piangere di gioia, per la disperazione, dalla rabbia; piangere in silenzio, singhiozzando; piangere per la morte di qcn. | piangere come un vitello, come una vite tagliata, a dirotto
1b. versare lacrime per stimoli esterni, spec. per contatto con sostanze irritanti per gli occhi: piangere tagliando le cipolle, per il fumo
2a. estens., soffrire, spec. moralmente: piangere sotto una dura tirannia
2b. estens., lamentarsi per una sofferenza, spec. morale: piangere sulle proprie disgrazie | fig., il piatto piange: nei giochi di carte, per indicare che qcn. non ha versato la posta dovuta
3. estens., di animali, guaire, mugolare: il cucciolo affamato piangeva
4. CO fig., stillare, gocciolare: dai pini piange la resina | piovere: il cielo si mette a piangere
5. LE emettere, produrre un suono lamentoso che ricorda il pianto: rotte dal vento piangon l’onde (Petrarca), il vento alto piangea | fra i nudati rami (Pascoli)
II. v.tr.
1. FO con oggetto interno, versare: piangere tutte le proprie lacrime
2. FO estens., manifestare dolore per la morte di qcn. che si rimpiange: piangere una persona cara, lo piansero tutti per molto tempo
3a. FO scontare con dolore, pentirsi di qcs.: piangere i propri errori
3b. CO lamentare: piangere le offese subite
4. CO rimpiangere: piangere la passata giovinezza, le occasioni perse
III. s.m. CO solo sing., pianto: s'addormentò stremata per il gran p.

Polirematiche

far piangere
loc.v.
CO
fam., essere mal fatto, mal eseguito
far piangere i sassi
loc.v.
CO
di situazione o persona che riesce a suscitare grande compassione anche in chi solitamente non prova tale sentimento
mettersi a piangere
loc.v.
CO
sciogliersi in lacrime
non avere gli occhi per piangere
loc.v.
CO
fam., non possedere più nulla, essere poverissimo
piangere a calde lacrime
loc.v.
CO
piangere accoratamente
piangere addosso
loc.v.
CO
di vestito, che cade male o che sembra misero addosso a chi lo porta: quel modello le piange addosso perché è troppo magra
piangere con un occhio solo
loc.v.
CO
1. far finta di piangere; ostentare fintamente un dolore
2. subire un danno contenuto
piangere il cuore
loc.v.
CO
rincrescere, dispiacere: mi piange il cuore a vederti partire
piangere in cinese
loc.v.
CO
mostrarsi disperato, anche fingendo, per cercare di convincere qcn. supplicandolo: un prestito? Nemmeno se piange in cinese
piangere in greco
loc.v.
CO
piangere in cinese
piangere in turco
loc.v.
CO
piangere in cinese
piangere miseria
loc.v.
CO
colloq., lamentarsi della propria indigenza esagerandola
piangere sul latte versato
loc.v.
CO
dolersi di qcs. quando è troppo tardi, perdere tempo in inutili rimpianti: ormai il guaio è fatto: è inutile piangere sul latte versato.
piangere sulla spalla
loc.v.
CO
cercare conforto, sfogo in qcn.: piangere sulla spalla di qcn. dopo una delusione
ridere per non piangere
loc.v.
CO
prendere con spirito e filosofia la situazione: di fronte a un tale pasticcio, rido per non piangere
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.