1pio

|o
agg.
av. 1313 nell'accez. 2; dal lat. pĭu(m), di orig. incerta.

CO
1. che prova, che manifesta fede e amore profondo a Dio o a una divinità, prestandogli l’ossequio formale e il culto prescritto dalla religione: un uomo molto pio | estens., che rivela religiosità: un atteggiamento pio
2. che nutre sentimenti di compassione e di solidarietà per la sventura o per i bisogni altrui: una pia donna assisteva i malati
3. di opera di carità, di istituto di beneficenza per poveri, ammalati, anziani, spec. retto da religiosi: un pio istituto di ricovero
4. BU di opera letteraria che tratta argomenti religiosi
5. LE animato da compassione, rispetto e devozione per la divinità e i defunti: chi la scure | asterrà pio dalle devote frondi, | men si dorrà di consanguinei lutti (Foscolo)
6. LE di animale, mansueto, docile: t’amo, o pio bove (Carducci)
7. CO iron., vano, impossibile da realizzare: una pia illusione, un pio desiderio

Polirematiche

anima pia
loc.s.f.
CO
persona disposta ad aiutare il prossimo
pia fondazione
loc.s.f.
TS dir.
ente a cui si destinano dei beni a scopo assistenziale e per il culto religioso | tali beni | estens., la disposizione testamentaria che attesta la donazione di tali beni
pia madre
loc.s.f.
TS anat.
la più interna delle tre meningi, a contatto col cervello e col midollo spinale (accorc. pia)
pia unione
loc.s.f.
BU
congregazione religiosa
pie donne
loc.s.f.pl.
TS relig.
appellattivo delle tre donne, la Madonna, Maria Maddalena e Maria di Cleofa, che stavano ai piedi della croce al momento della morte di Cristo.
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.