poema

po|è|ma
s.m.
av. 1321; dal lat. poēma, dal gr. poíēma, -atos, der. di poiêin "fare, produrre".

AU
1. CO TS lett. opera letteraria in versi, di ampia estensione, spesso suddivisa in libri o canti, di tono e argomento vari: poema epico, storico, didascalico, cavalleresco, burlesco, eroicomico; i poemi omerici, di Virgilio; il poema ariostesco; poema in ottave, in esametri; per anton., il divino poema, il poema sacro, la "Commedia" dantesca | genere letterario cui appartengono tali opere: il poema classico, cinquecentesco
2. CO estens., scherz., scritto o discorso troppo lungo, prolisso o composto in modo aulico: questa lettera è un poema
3. CO fig., fam., cosa straordinaria, meravigliosa: questo vino è un vero poema, la sua vita è un poema, mi ha raccontato una storia che è tutto un poema | persona o cosa curiosa, stravagante, ridicola: il vestito di quella donna è un poema; conciato così sei un poema

Polirematiche

poema in prosa
loc.s.m.
TS lett.
opera in prosa di contenuto lirico
poema sinfonico
loc.s.m.
TS mus.
composizione orchestrale ispirata a un’opera letteraria o pittorica, caratterizzata da un’assoluta libertà strutturale, diffusa nell’Ottocento: i poemi sinfonici di C. Debussy.
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.