poligala

po||ga|la
s.f.
av. 1498; dal lat. polўgăla(m), dal gr. polúgalon, comp. di polu- “poli-” e gála “latte”, perché si riteneva stimolasse la produzione di latte nei bovini; nell’accez. 2 cfr. lat. scient. Polygala.


1a. TS bot.com. pianta erbacea del genere Poligala (Poligala senega) diffusa nell’America settentrionale
1b. TS farm. sostanza medicinale estratta dai rizomi di tale pianta, con proprietà espettoranti ed emetiche
1c. TS bot.com. erba del genere Poligala (Polygala amara) che cresce nei prati e nei boschi montani dell’Europa ed è usata come tonificante per lo stomaco | => bozzolina
2. TS bot. pianta del genere Poligala, erbacea, con foglie lanceolate e fiori a grappolo di vario colore | con iniz. maiusc., genere della famiglia delle Poligalacee, cui appartengono più di cinquecento specie diffuse in tutto il mondo, delle quali alcune trovano impiego in farmacia e altre sono coltivate come piante ornamentali

Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.