polpa

pól|pa
s.f.
1313-19 nell'accez. 4; lat. pŭlpa(m), di orig. incerta.


AD
1. la carne senza grasso e ossa degli animali commestibili macellati: polpa di manzo, di vitello; parte commestibile di alcuni pesci e crostacei: polpa di granchio
2. la parte più tenera e succosa di un frutto: la polpa di una pesca, mele dalla polpa dolcissima; pomodori con molta polpa
3. CO fig., la parte essenziale e fondamentale di un discorso, di uno scritto, di una teoria e sim.
4. LE nell’uomo, le carni, spec. in opposizione alle ossa: la persona avea povera e trista | di cor, ma d’ossa e di gran polpe ricca (Ariosto)
5. OB al pl., i polpacci | estens., parte dello stivale che copriva il polpaccio
6. TS farm. preparato di consistenza pastosa costituito dalla parte carnosa di sostanze vegetali messe a macerare e quindi passate al setaccio
7. TS agr. spec. al pl., residuo della lavorazione delle barbabietole da zucchero, utilizzato come mangime per bestiame
8. BU nei tronchi d’albero, la parte più interna, protetta dalla corteccia

Polirematiche

in polpa
loc.agg.inv.
BU
loc.avv. BU in carne: essere in polpa
in polpe
loc.agg.inv.
loc.avv.
1. loc.agg.inv., loc.avv. BU in carne
2. loc.agg.inv. TS abbigl. che indossa un abito di tipo settecentesco, spec. una livrea, con i calzoni corti stretti al ginocchio e le calze che mettono in evidenza i polpacci: maggiordomo, valletto in polpa
polpa dentaria
loc.s.f.
TS anat.
tessuto ricco di vasi sanguigni e di terminazioni nervose racchiuso nella cavità del dente.
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.