porcheria

por|che||a
s.f.
av. 1543; der. di porco con -eria.


AD
1a. cosa o insieme di cose molto sporche: non toccare quella porcheria!, pulire la strada dalle porcherie | sudiciume, sporcizia: togliere la porcheria dal pavimento
1b. eufem., escremento: pulire le porcherie del gatto
2. estens., robaccia inservibile, da buttare: avere i cassetti pieni di porcherie
3. estens., cibo, bevanda e sim. di aspetto e sapore disgustosi o che si teme possano essere dannosi alla salute: non bere, non mangiare quella porcheria; quel bambino mangia troppe porcherie; il medico lo ha riempito di porcherie, di medicine
4. fig., azione o espressione volgare, indecente, disgustosa: non fare porcherie a tavola!, dire delle porcherie
5. fig., azione sleale, riprovevole, disonesta: fare una porcheria a qcn.
6. fig., cosa fatta male, brutta, di livello scadente: quel film, quel libro è una porcheria; voleva fare da solo e ha combinato una porcheria
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.