postmoderno

post|mo|dèr|no
agg., s.m.
1977; der. di moderno con post-, cfr. ingl. post-modern.


1. agg. CO di tendenza, atteggiamento culturale e sim., che considera inaccettabili e superate le certezze ideali, filosofiche, scientifiche ritenute proprie della modernità; anche s.m.
2a. agg. TS arch. di tendenza architettonica, sviluppatasi alla fine degli anni Settanta, che contesta le sicurezze tecnologiche e gli esiti consumistici del movimento moderno, mirando a superare i principi di razionalità e funzionalità in nome di un’eclettica libertà di soluzioni stilistiche; anche s.m. | TS arte, lett. di tendenza artistica o letteraria, che, in polemica con l’ideologia del progresso e muovendo da una visione pessimistica dell’età postindustriale, persegue la commistione di modi e forme eterogenee del passato con elementi e spunti innovativi; anche s.m.
2b. agg., s.m. TS arch., arte, lett. che, chi si ispira a tali tendenze: un architetto, un autore postmoderno
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.