principio

prin||pio
s.m.
1ª metà XIII sec; dal lat. princĭpĭu(m), der. di princeps, -is “primo”.


FO
1. il cominciare, il dare avvio a qcs.; parte, fase iniziale di un periodo di tempo, di un’azione, di un fatto e sim.: il principio della guerra; il principio dell’inverno
2a. punto in cui qcs. comincia: il principio del sentiero
2b. inizio, esordio di un’opera letteraria, teatrale, cinematografica e sim.
3. manifestazione, spec. di scarsa rilevanza e intensità, che può preannunciare ulteriori sviluppi: avere un principio di influenza
4. ciò che, in modo più o meno diretto, costituisce la causa, la motivazione di qcs.: un’attività che è stata il principio della nostra fortuna
5a. spec. al pl., fondamento e criterio unificatore immanente a una scienza, a una disciplina e sim.; legge scientifica che regola in modo costante e uniforme una molteplicità di fenomeni naturali
5b. teoria avanzata da un autore intorno a un determinato argomento scientifico
5c. estens., fondamento teoretico di una disciplina o di un aspetto particolare di essa; enunciato fondamentale di un particolare sistema filosofico
6. TS filos. essenza originaria: i filosofi antichi indagavano sul principio di tutte le cose
7a. FO ciascuna delle idee fondamentali, dei valori di base, dei criteri generali cui si ispira una determinata visione della vita e della società: principi universali di libertà | fondamento, presupposto; manifesto programmatico, dichiarazione d’intenti: questi sono i principi della nostra associazione
7b. FO valore etico, convinzione morale assunta individualmente come norma cui ispirare e uniformare il proprio comportamento: è una persona di sani principi
7c. CO spec. al pl., insegnamento, precetto, norma: impartire buoni principi | BU lett., estens., conoscenza, insegnamento elementare di una materia
8. TS chim. costituente fondamentale di una sostanza che ne definisce le caratteristiche
9. TS tipogr. al pl., le prime pagine di un’opera a stampa, spec. contrassegnate con numerazione romana
10. TS dir. prima parte o primo comma di un articolo di legge che precede il primo capoverso; nel "Corpus iuris civilis" di Giustiniano, parte che precede il primo capoverso
11. TS mus. nell’antica classificazione greca, uno dei nomi citaristici
12. OB spec. al pl., antipasto
13. BU inventore, autore

Polirematiche

al principio
loc.avv.
CO
in principio
da principio
loc.avv.
CO
in principio
dal principio
loc.avv.
CO
dall’inizio, inizialmente: ho rivisto il film dal principio
in linea di principio
loc.avv.
CO
secondo determinati criteri
in principio
loc.avv.
CO
all’inizio, in un primo momento: in principio mi era simpatico poi l’ho trovato un po’ noioso
per principio
loc.avv.
CO
per una convinzione personale cui ci si attiene costantemente: per principio detesto ogni forma di fanatismo
petizione di principio
loc.s.f.
TS filos.
sofisma che consiste nell’assumere come premessa maggiore di una dimostrazione la conclusione a cui si intende arrivare | TS log. errore logico consistente nell’assumere come premessa maggiore un’asserzione non dimostrata; estens., asserzione generica non convalidata
primo principio della dinamica
loc.s.m.
CO
principio d'inerzia
primo principio della termodinamica
loc.s.m.
TS fis.
principio in base al quale la quantità di calore scambiata durante un processo è pari alla somma della variazione di energia interna del sistema e del lavoro compiuto  
principi generali del diritto
loc.s.m.pl.
TS dir.
norme di diritto non scritto che enunciano i valori ispiratori di un sistema giuridico
principio antropico
loc.s.m.
TS fis.
p. in base al quale i valori assunti da alcune costanti fondamentali (come masse e cariche delle particelle elementari, costante di Planck, ecc.) non possono essere se non vicini a quelli che noi osserviamo, perché in caso contrario non si sarebbero sviluppati esseri in grado di compiere queste osservazioni
principio attivo
loc.s.m.
1. TS farm. costituente di un farmaco cui si devono le attività principali espletate dal farmaco stesso
2. TS filos. nella filosofia stoica, la Ragione, o Causa, o Dio in quanto informa la materia producendovi i singoli esseri
principio cosmologico
loc.s.m.
TS astron.
teoria secondo la quale l’universo è omogeneo su larga scala
principio del piacere
loc.s.m.
TS psic.
tendenza istintiva a evitare panico, sconforto e situazioni spiacevoli; desiderio di ottenere la massima gratificazione con il minimo sforzo
principio del terzo escluso
loc.s.m.
TS filos.
nella logica aristotelica, p. in base al quale tra due proposizioni contraddittorie l’una è vera e l’altra è falsa e quindi è esclusa una terza ipotesi
principio della conservazione dell’energia
loc.s.m.
TS fis.
=> primo principio della termodinamica
principio di Archimede
loc.s.m.
TS fis.
p. in base al quale un corpo immerso in un liquido riceve una spinta dal basso verso l’alto pari al peso del liquido spostato
principio di autorità
loc.s.m.
CO
p. per cui si riconosce validità assoluta a dottrine non per il loro fondamento razionale, ma unicamente in base all’autorevolezza e al prestigio di chi le ha avanzate
principio di azione e reazione
loc.s.m.
TS fis.
p. in base al quale, quando un corpo esercita una forza su un altro corpo, il secondo oppone al primo una forza uguale e contraria
principio di causalità
loc.s.m.
TS filos.
nella metafisica aristotelica, il rapporto tra causa ed effetto
principio di conservazione
loc.s.m.
TS dir.
nell’interpretazione dei negozi giuridici, principio per cui, in caso di dubbia interpretazione di una clausola giudiziale, prevale l’interpretazione che determina qualche effetto su quella che non ne determina
principio di contraddizione
loc.s.m.
TS filos.
=> principio di non contraddizione
principio di identità
loc.s.m.
TS filos.
nella logica aristotelica, principio in base al quale due elementi sono identici se, e solo se, entrambi denotano lo stesso oggetto
principio di indeterminazione
loc.s.m.
TS fis.
p. in base al quale la misurazione esatta di una quantità osservabile produce necessariamente indeterminazioni nella conoscenza dei valori di altre quantità da osservare
principio di non contraddizione
loc.s.m.
TS filos.
nella metafisica aristotelica, p. in base al quale è impossibile che un medesimo attributo appartenga e non appartenga nello stesso tempo e sotto il medesimo riguardo a una medesima cosa
principio di ragione sufficiente
loc.s.m.
TS filos.
in logica, p. in base al quale tutto ciò che esiste di fatto ha una ragione che è sufficiente a rendere conto della sua esistenza e del suo verificarsi nel modo in cui si presenta
principio di realtà
loc.s.m.
TS psic.
concetto in base al quale il principio del piacere e i desideri istintuali sono di norma modificati da richieste provenienti dall’esterno, dal mondo oggettivo
principio di relatività galileiana
loc.s.m.
TS fis.
p. che nega l’esistenza di fenomeni meccanici in grado di determinare un riferimento inerziale privilegiato rispetto al quale sia possibile riscontrare stati di moto o di quiete assoluti
principio di semplicità
loc.s.m.
TS log.
p. per cui tra due enunciati si attribuisce maggiore plausibilità a quello formulato nel modo più semplice
principio di verificazione
loc.s.m.
TS filos.
p. in base al quale un enunciato che non sia analitico è dotato di significato cognitivo o fattuale solo se la sua verità o falsità risulti accertabile mediante osservazioni empiriche
principio d’inerzia
loc.s.m.
TS fis.
p. che afferma che un corpo non soggetto a forze si muove necessariamente di moto rettilineo uniforme
principio economico
loc.s.m.
TS econ.
=> principio edonistico
principio edonistico
loc.s.m.
TS econ.
p. secondo cui gli uomini agiscono spinti esclusivamente dal desiderio di raggiungere la massima soddisfazione dei propri bisogni con i mezzi disponibili o di ottenere una data soddisfazione con il minimo sacrificio possibile
principio nominalistico
loc.s.m.
TS filos.
p. in base al quale gli universali o i concetti generali non esistono come realtà anteriori e indipendenti né nelle cose né al di fuori di esse e si presentano alla mente umana con la forma del nome
principio passivo
loc.s.m.
TS filos.
nella filosofia stoica, la materia sensibile informata dal principio attivo
principio zero della termodinamica
loc.s.m.
TS fis.
p. che stabilice che due sistemi, ognuno dei quali in equilibrio termico con un terzo sistema, sono in equilibrio termico tra loro.
questione di principio
loc.s.f.
CO
affermazione o comportamento che concerne convinzioni etiche che vanno al di là di opportunità contingenti anche favorevoli: non bere alcolici è per me una questione di principio
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.