progresso

pro|grès|so
s.m.
sec. XIV; dal lat. progrĕssu(m), acc. di progressus, -us, der. di progrĕdi “avanzare, progredire”.


AU
1. processo, passaggio graduale di una realtà, di un fenomeno e sim. da uno stato a un altro: il progresso dei lavori; in progresso di tempo, col passare degli anni
2a. miglioramento, evoluzione secondo una linea di sviluppo sempre più positiva e perfezionata: progresso della civiltà, della ricerca scientifica; anche al pl.: i progressi della medicina
2b. il miglioramento complessivo e lo sviluppo dell’umanità e della società, spec. in ambito culturale, scientifico, tecnologico, politico ed economico, che comporti un avanzamento verso forme di vita più elevate: promuovere, favorire il progresso
3. LE estens., comportamento, condotta, modo di agire: non venni come donna qui, né voglio | che sian di donna ora i progressi miei (Ariosto)

Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.