pubblicità

pub|bli|ci|
s.f.inv.
1686; der. di pubblico con -ità; nelle accez. 2 e 3 cfr. fr. publicité.

FO
1. BU l’essere pubblico, l’essere accessibile al pubblico: pubblicità di un dibattito, pubblicità delle udienze preliminari
2. AU divulgazione, diffusione tra il pubblico di dati, informazioni, fatti o sim.: una notizia che non ha ricevuto alcuna pubblicità
3. AU propaganda svolta da un’azienda per richiamare l’attenzione del pubblico sul proprio prodotto e incrementarne le vendite: pubblicità affissionale, giornalistica, radiofonica, televisiva, agenzia di pubblicità, la pubblicità incide sul bilancio dell’azienda | estens., qualsiasi forma di annuncio, spec. riportato dai mass media, cui sia affidato tale compito: una pubblicità girata in esterni

Polirematiche

piccola pubblicità
loc.s.f.
TS pubbl.
quella che nei quotidiani comprende gli annunci economici raggruppati per categorie e formulati in stile telegrafico
psicologia della pubblicità
loc.s.f.
TS psic.
settore della psicologia commerciale che opera secondo i sondaggi d’opinione e con lo studio delle motivazioni che sono alla base dell’acquisto di un prodotto
pubblicità comparativa
loc.s.f.
TS pubbl.
p. in cui il prodotto propagandato è raffrontato ad altri
pubblicità dinamica
loc.s.f.
TS pubbl.
p. affissa sui mezzi di trasporto urbani
pubblicità diretta
loc.s.f.
TS pubbl.
p. che avviene attraverso manifestini pubblicitari, dépliants e sim. che vengono inviati direttamente al pubblico
pubblicità economica
loc.s.f.
TS pubbl.
=> piccola pubblicità
pubblicità istituzionale
loc.s.f.
TS pubbl.
p. a vantaggio di un ente o di un’azienda
pubblicità negativa
loc.s.f.
TS pubbl.
p. che attacca od offende la concorrenza
pubblicità redazionale
loc.s.f.
TS pubbl.
p. inserita su giornali o riviste sotto forma di annuncio veritiero e obiettivo
pubblicità subliminale
loc.s.f.
TS pubbl.
forma di pubblicità, non permessa a norma di legge, che viene attuata mediante l’inserzione, spec. nel corso di trasmissioni televisive, di brevi messaggi costituiti da pochi fotogrammi che, pur non essendo percepiti coscientemente dal pubblico, costituiscono una sorta di persuasione occulta.
ufficio pubblicità
loc.s.m.
TS econ.
u. che in un’impresa cura la pubblicità e studia i mezzi più efficaci per diffondere i prodotti e incrementare le vendite
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità