questo

qué|sto
agg.dimostr., pron.dimostr.m.
1186; loc. lat. *(ec)cu(m) ĭstu(m) propr. “ecco questo”.

FO
I. agg.dimostr.
1. sempre seguito dal sostantivo che modifica, indica persona o cosa vicina nello spazio o nel tempo a chi parla: questo libro è interessante, quest’uomo ti conosce, questa penna è mia | in determinazioni temporali, indica contemporaneità o prossimità rispetto al momento dell’enunciazione: questa mattina, questa sera, questa notte, stamattina, stasera, stanotte; questa settimana, questo mese, quest’anno, questo secolo, la settimana, il mese, l’anno, il secolo in corso; questo giovedì, il giovedì della settimana in corso; quest’altra settimana, quest’altro mese, la settimana, il mese prossimo; con valore pleonastico: quest’oggi, oggi | rafforzato o determinato da un avverbio, un aggettivo o una proposizione relativa: questo negozio qui vicino, questo palazzo di fronte, questa vicenda che ti racconto | con valore rafforzativo, unito a stesso, medesimo: era poco fa in questa stessa stanza, mi disse queste medesime parole | con valore enfatico, sostituisce o rafforza l’aggettivo possessivo mio, spec. con riferimento a parti del corpo: l’ho sentito con queste orecchie, l’ho fatto con queste mie mani
2. con valore intensivo, spec. negli ordini e nelle esclamazioni: spegni questa benedetta luce!, come fai ad ascoltare questo schifo di musica?
3. indica persona o cosa di cui si sta parlando o da poco menzionata o, anche, che verrà specificata subito dopo: tutti conoscono le opere di questo grande artista, è nato qui e in questa città è sempre vissuto, torneremo più avanti su questo argomento, ti do solo questo consiglio: non rientrare tardi | ah, questi giovani, esprimendo biasimo o riprovazione, anche bonaria
4. simile, di tale genere: con questa pioggia non si può certo uscire, queste cose non dovrebbero mai succedere
II. pron.dimostr.m.
1a. indica persona o cosa vicina nello spazio o nel tempo a chi parla: questo è il libro di cui ti parlavo, questo è il figlio di mio fratello, prendo questo, mostrando con un gesto | rafforzato da un avverbio o un aggettivo: questo qui, questo qua, voglio questo rosso | per evitare ripetizioni: telefonai a mia madre, ma questa era uscita
1b. indica persona o cosa di cui si sta parlando o da poco menzionata o, anche, che verrà specificata subito dopo: è un momento difficile questo in cui stiamo vivendo; anche con valore pleonastico: sono parole, queste, che non si dovrebbero dire | spreg., solo riferito a persona: ma guarda questo!, chi è questo?, che vuole questa qui?
2. in correlazione o contrapposizione a quello o altro: quel libro è suo, questo è mio; scegli questo o quello?; quale dei due preferisci, questo o l’altro? | con riferimento a due persone o cose già menzionate, indica quella menzionata per ultima: Carlo e Laura sono partiti per le vacanze, questa per il Messico, quello per la Grecia | quest’ultimo, l’ultimo menzionato in una serie: sono venuti Carlo, Marco e Paolo, quest’ultimo con la moglie
3a. con valore neutro riferito a una proposizione enunciata in precedenza, ciò, questa cosa: in questo hai ragione, questo era già deciso; questo è tutto, questo è quanto, come formula conclusiva di un discorso | in formule ellittiche: questo sì, questo poi no!, questo mai!
3b. con valore neutro, spec. al femm., in espressioni di stupore, meraviglia, sdegno e sim.: questo è troppo!, questa è veramente bella!, questa me la paghi, questa poi!, ci mancherebbe solo questa!; prendi questo, questa, queste, con riferimento a percosse, schiaffi e sim.

Polirematiche

a questa parte
loc.avv.
CO
in correlazione con un riferimento temporale, in qua, fino a questo momento: da un mese a questa parte
a questo punto
loc.avv.
CO
1. in questo momento, ora: a questo punto entra in scena Arlecchino
2. stando così le cose: a questo punto, tanto vale aspettare
abbandonare questa terra
loc.v.
CO
eufem., morire.
con questi chiari di luna
loc.avv.
CO
spec. con valenza negativa, di questi tempi: non conviene mettersi in proprio con questi chiari di luna
con questo
loc.cong.
loc.avv. CO
1. loc.cong., con valore conclusivo, allora, con ciò: e con questo?
2. loc.avv., dicendo questo, come formula conclusiva di un discorso: e con questo vi saluto
con tutto questo
loc.cong.
CO
con tutto ciò
di questi tempi
loc.avv.
CO
attualmente, al giorno d’oggi: è difficile trovare un impiego di questi tempi
di questo andare
loc.avv.
CO
di questo passo
di questo passo
loc.avv.
CO
continuando in questo modo: di questo passo non so dove andremo a finire
in questo
loc.avv.
BU
in quel mentre
in questo mentre
loc.avv.
BU
in quel mentre
in questo modo
loc.avv.
CO
così
lasciare questa terra
loc.v.
CO
eufem., morire
per questo
loc.cong.
CO
per questo motivo, perciò: sono stanco e per questo me ne vado a dormire
questo e quello
loc.pron.indef.
CO
chiunque, qualsiasi persona: ha invitato questo e quello, lo va dicendo a questo e quello
questo mondo
loc.s.m.
CO
la vita terrena in contrapposizione all’aldilà
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.