raddoppiamento fonosintattico

loc.s.m. 


TS fon.
fenomeno per cui, in italiano, in condizioni che nei particolari si differenziano alquanto nelle varie aree regionali, una consonante iniziale di parola, quando segue parole ossitone o, anche, determinate parole proclitiche o baritone (come per es. a, che, da, fra, me, sa, so, re, qualche) viene pronunciata come doppia (es. a casa /ak’kasa/, a capo /ak’kapo/)
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.