rapere

|pe|re
v.tr.
av. 1306; dal lat. rapĕre.


LE
1a. rapire, trascinare in un luogo: seco lo rape | là dove chiuso era d’un sasso grave | de la sua donna il bel viso soave (Ariosto); rapire in estasi: tutti quanti furono in Dio ratti (Pascoli)
1b. mettere in movimento, volgere: costui che tutto quanto rape | l’altro universo seco (Dante)
2. affascinare, far innamorare
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.