rapido

|pi|do
agg., s.m.
1313-19; dal lat. rapĭdu(m), der. di rapĕre “portar via”.


1. agg. LE impetuoso, dal corso veloce e vorticoso: la corrente era in quel luogo troppo rapida per tagliarla direttamente (Manzoni)
2a. agg. FO di fatto o gesto, che avviene e si compie in breve tempo: il cambiamento di tempo fu assai rapido, la riunione è stata rapida
2b. agg. FO di qcn., che impiega poco tempo a fare qcs.: è rapido nelle sue decisioni
3. agg. FO estens., di testo, conciso e privo di inutili ridondanze
4. agg. TS fotogr. di una pellicola o di un’emulsione, fornita di elevata sensibilità, che richiede un breve tempo di posa
5. s.m. CO TS ferr. treno a lungo percorso e ad alta velocità che ferma solo nelle stazioni di maggiore importanza, oggi sostituito dall’intercity (sigla R): il rapido delle 17; anche agg.: il treno rapido per Bologna

Polirematiche

a presa rapida
loc.agg.inv.
CO
di materiale, collante, fissativo e sim., che raggiunge rapidamente compattezza, resistenza e stabilità: cemento a presa rapida
frenatura rapida
loc.s.f.
TS ferr.
dispositivo d’emergenza di cui sono dotati i treni, in grado di arrestare il convoglio nel più breve tempo e spazio possibile
supplemento rapido
loc.s.m.
CO
sovrapprezzo aggiuntivo al costo normale del biglietto ferroviario per treni intercity
tiro rapido
loc.s.m.
TS milit.
raffica di proiettili sparati da armi automatiche
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.