reclamo

re|clà|mo
s.m.
av. 1611; der. di reclamare.


AD
1a. protesta, lamentela, spec. presentata per iscritto, con cui si rivendica un diritto, si lamenta un’ingiustizia, un torto subito, un’irregolarità in un servizio, ecc.: fare reclamo, a garanzia scaduta non si accettano reclami
1b. estens., il documento che reca tale protesta: presentare un reclamo in carta da bollo, avere una pila di reclami sulla scrivania
2. TS dir. richiesta di riesame di un’ordinanza o di un decreto presentata allo stesso ufficio giudiziario che li ha emanati o, nei casi di impugnativa dei provvedimenti di volontaria giurisdizione, al giudice di grado superiore
3. TS sport ricorso effettuato presso gli organi federali competenti contro l’esito di una gara già sanzionato da un arbitro, da una giuria o da un giudice

Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.